QUALE FUTURO PER LA CASCINA “PIERINA”? UN PATRIMONIO DA RECUPERARE E RILANCIARE

QUALE FUTURO PER LA CASCINA “PIERINA”? UN PATRIMONIO DA RECUPERARE E RILANCIARE

14 Maggio 2021 Di Renato Crotti

14 maggio 2021

Siamo nel 1932. Sette operai decidono di investire 82.000 lire. Acquistano a Crema un vecchio stabilimento dismesso tra via del Mulino e viale Santa Maria dove si producevano chiodi per ferri da cavallo. I sette temerari fondano la “Società Anonima Serio”. Iniziano a produrre macchine da scrivere. Nel 1934 nasce la “Everest 42”. Un successone. La “Serio” all’apice del successo conterà 600 dipendenti. Dagli anni Cinquanta, il declino. Nel 1960 Olivetti compra la Serio e sbarca a Crema. Il suo fondatore, Adriano, imprenditore lungimirante e visionario, è morto da poco. La costruzione dello stabilimento di Crema inizia nel febbraio del 1969. Progetto realizzato da Marco Zanuso, Eduardo Vittoria e dal giovanissimo Renzo Piano.

Articolo al link: http://www.inprimapagina.com/cronaca/quale-futuro-la-cascina-%E2%80%9Cpierina%E2%80%9D-un-patrimonio-da-recuperare-e-rilanciare