Francesco Agello, il cremasco detentore del record del mondo di velocità su idrovolanti. imbattuto ancora oggi.

24 Maggio 2021 Di Renato Crotti

Ribattezzato “Il fantino del cielo”. Autore del primato mondiale di velocità su idrovolanti raggiunto nell’ottobre 1934 ai comandi di un Macchi-Castoldi M.C.72 portato alla velocità media di 709,202 km/h. L’idrovolante è ora conservato nel Museo storico dell’Aeronautica Militare di Vigna di Valle, sul lago di Bracciano. Agello perì in una collisione in volo il 26 novembre 1942, a soli 40 anni, quando il Macchi M.C.202 che stava collaudando si scontrò con un caccia dello stesso tipo. Crema gli aveva intitolato una scuola, (le medie Agello) poi, inspiegabilmente, a distanza di anni, venne tolta l’intitolazione. Non c’è in città una via a lui dedicata. Unica testimonianza è una saletta del civico Museo. La memoria fortunatamente è mantenuta viva dai suoi congiunti, (Manenti e Polenghi-Duse) grazie a numerosi e significativi gesti di beneficienza realizzati negli anni. Nemo propheta in patria.