AL VIA LA XXIII “SONNAMBUL CUP”, TRADIZIONALE SFIDA A CALCIO AMATORIALE CREMASCA. 24 ORE ININTERROTTE DI GARE. SALAMELLE E MAXISCHERMO PER LA FINALE COMPRESI

9 Luglio 2021 Di Renato Crotti

DI MICHELE ANTONACCIO

                                                                               Prende il via sabato 10 luglio presso l’oratorio di San Bernardino la 23esima “Sonnambul Cup”, iniziativa sportiva divenuta ormai un classico dell’estate cremasca. Centinaia di giovani (e quasi giovani) si sfidano in un torneo di calcio a 5+1. Le squadre sono composte da amici che, per l’occasione, compongono la formazione che scende in campo, spesso con nomi bizzarri. La coppa della vittoria è tra le più ambite. Chapeau agli organizzatori, Massimiliano Palmeri, Manuel Plizzari, Michele Rossini, Ivan Saronni, Alessandro Bonizzi.

Grazie alla gloriosa società sportiva “Pier Giorgio Frassati”, che ha ideato l’iniziativa, superata la fase della Pandemia, si potrà tornare a giocare in modo avveduto e accorto ma spensierato. La particolarità del torneo consiste nel fatto che le partite si susseguiranno ininterrottamente per 24 ore. Giorno e notte. Con in campo anche i sonnambuli. Da qui, il nome.

Gli organizzatori hanno anche pensato a rifocillare spettatori e atleti. Durante la manifestazione sarà attivo il servizio bar (annunciano il miglior pane e salamella del cremasco!) e domenica sera non poteva mancare il maxi schermo per la finale dell’Italia.

Due note storiche sulla Frassati, la bella realtà autoctona, “gemellata” con la Pergolettese, compagine dove hanno mosso i primi passi fior di calciofili, tra i quali Mauro Bianchessi (cremasco (di San Bernardino!) attuale responsabile del settore giovanile della Lazio, ex osservatore dell’Atalanta e del Milan. Articolo su di lui al link https://www.renatocrotti.it/2021/06/18/europei-di-calcio-%d1%90-del-talent-scout-cremasco-mauro-bianchessi-la-scoperta-di-locatelli-e-donnarumma-il-cremonese-vialli-e-il-cannibale-lombardo-affiancano-invece-il-ct-mancin/ ), Alessio Tacchinardi (ora allenatore) e Giacomo Ferri (ora opinionista televisivo).

Nel settembre 1958, con la nomina a parroco di don Carlo Marchesi, un gruppo di giovani decise di rimboccarsi le mani e, consci del valore formativo e unificante dello sporti, avviarono la ri-fondazione dell’U.S. Frassati (per tutti da allora semplicemente PIGIEFFE). Da allora, fino ai giorni nostri, ha caratterizzato con alterne fortune l’attività sportiva del quartiere cittadino. E non solo.

La Società, che ha sede fin dalla sua nascita presso l’Oratorio di San Bernardino fuori le mura di Crema, ha giustamente celebrato nel 2018 i suoi primi sessant’anni di vita. Oggi è presieduta da Roberto De Vecchis e la “Sonnambul Cup” è il fiore all’occhiello, dell’estate pallonara cremasca consacrata al calcetto e delle iniziative estive della parrocchia retta oggi da don Lorenzo Roncali. (Infoline: 346 9711993 – 345 2267562)