LE METE, LE STORIE E LE RICETTE GOLOSE DI ANTONIO BONETTI: DAVIDE E SIMONA, DALL’UFFICIO ALL’ALLEVAMENTO DI PECORE NEL CREMASCO

30 Luglio 2021 Di Renato Crotti

DI ANTONIO BONETTI

                                                                                                  La nostra storia prende il via da Quintano, dove due giovani allevatori, Davide e Simona Bianchessi, hanno trasformato in realtà un sogno che coltivavano da tempo. Ci hanno creduto, hanno lasciato il loro tranquillo lavoro per mettersi ad allevare pecore. Lei era impiegata. Lui, idraulico. Ce l’hanno fatta.

Veniamo entrambi da famiglie agricole – afferma Davide – Simona da Soncino, io da Quintano. Il mio bisnonno allevava mucche, su questa terra, già dal 1908. La nostra è una passione che abbiamo condiviso da subito – racconta Simona, classe 1986 e con un passato da impiegata – infatti il nostro viaggio di nozze l’abbiamo passato nel sud della Francia, tra allevamenti ovini e caseifici. Dopo il matrimonio abbiamo deciso di dedicarci a quello che era il nostro hobby: allevare pecore da carne. Dopo la nascita del nostro terzo figlio, abbiamo deciso di fare qualcosa che fosse nostro e che ci permettesse di seguire la nostra passione, con tutta la famiglia”.

Ecco che nel 2018 il sogno diventa realtà e partiti da zero ora l’azienda comprende una stalla, il caseificio, una piccola bottega per vendita diretta e il futuro laboratorio dedicato alla lavorazione delle carni.

Alleviamo pecore di razza Lacaune francese che vengono nutrite a fieno e erba di prato stabile, non lavorati o concimati. In lattazione ci sono 120 animali, per un gregge che conta con le pecore da carne, circa 300 pecore. “Il nostro è un caseificio a latte crudo, e lavoriamo utilizzando ricette e lavorazioni che ci identificano, che richiamano il territorio, ma riprodotte con il nostro latte di pecora”.

Dallo yogurt, che si presenza cremosissimo grazie alla marcata presenza del grasso nel latte, fino a una ricotta spalmabile. E poi lo stracchino e il classico pecorino da stagionare, e un formaggio simile al quartirolo, sia nella versione fresca che stagionata; poi robioline, croste fiorite e l’erborinato. Per quanto riguarda la carne di agnello, proponiamo preparazioni facili e veloci da cucinare nella cucina di casa, come le polpette o gli hamburger, ma anche le classiche costolette e i richiestissimi arrosticini di pecora. I nostri prodotti si trovano in vendita al nostro spaccio”.

 Luogo: Via Stazione, Quintano CR, di fianco al caseificio, il venerdì e il sabato dalle ore 16 alle ore 20, oppure ai mercatini settimanali di Crema, Pandino, Milano. Per info o per prenotare la propria spesa al 3492944874.

Ecco la mia estiva ricetta per valorizzare la fresca Ricotta.

Dolce ricotta con Cioccolato Nero fondente, Fichi freschi, biscotti Amaretti Gallina Oro

Dosi per 4/5 persone

Ricotta fresca di pecora 300gr

Cioccolato nero fondente 100gr

Una decina di fichi maturi

10/12 amaretti Gallina

Preparazione:

Con una forchetta lavorare ben bene la ricotta fresca.

Unire poi il cioccolato fondente grattugiato grossolanamente.

Porre in frigorifero.

Per il servizio in tavola utilizzare ampio bicchiere a coppa.

Disporre sul fondo un paio di Amaretti Gallina sbriciolati e

e parte dei fichi. Completare con la preparazione di ricotta e

cioccolato. Per rendere il dolce dessert ancora più goloso,

versare sulla ricotta del “Sangue Morlacco”,

il raro liquore di ciliegie Marasche a marchio Luxardo,

oppure abbondante vino Passito di buone aziende italiane.