SCOPPIA LA GUERRA DEL TORTELLO. ANNA MARIA MARIANI CONTRO LA RICETTA SBAGLIATA PROPOSTA DAL FILM DI GUADAGNINO “CHIAMAMI COL TUO NOME” E LE FALSITÁ SUI CREMASCHI

10 Agosto 2021 Di Renato Crotti

DI STEFANO MAURI

Ai Cremaschi toccate tutto, ma non i tortelli. Diversamente, sarà guerra. Culinaria, s’intende. La diatriba è sempre quella: la ricetta. Stavolta, però, l’offesa arrecata per i puristi del tortello è grave. Anna Maria Mariani, promotrice della “Scuola del tortello” presso il suo Agriturismo Loghetto, nonché vice Gran Maestro della Confraternita del Tortello spara ad alzo zero contro un articolo scritto da un giornalista e riferito al film del regista Luca Guadagnino, “Chiamami col tuo nome”, in larga parte girato a Crema e nel cremasco (vedi a fondo pagina il link dell’articolo).

Cosa è accaduto? Sul sito cimematographe.it, nei giorni scorsi è apparso un articolo a firma di Teresa Monaco, l’ennesimo, dedicato al film. Il pezzo, ben scritto, è concentrato sulla ricetta dei Tortelli Cremaschi che nel film sono preparati da nonna Mafalda e serviti ai due protagonisti. Promozione positiva per la cucina cremasca, se non fosse per un fatto: secondo quanto riportato. la base del Tortello cremasco sarebbe la pasta sfoglia. Inaccettabile. (A fondo pagina il link sulla ricetta del tortello cremasco)

Sui social i Cremaschi ed i puristi del Tortello si sono scatenati gridando allo scandalo. “Mi fa piacere ed è positivo che si parli dei Tortelli cremaschi, ma la ricetta originale e la tradizione vanno rispettati. Per preparare il tortello doc si deve utilizzare la cosiddetta pasta matta o povera. Ognuno poi può fare come crede, ma nel momento in cui si propone una ricetta presentandola come originale, non si può accettare che vengano dette queste gravi inesattezze. La ricetta del Tortello potrà avere delle varianti nel ripieno, ma non sulla pasta” spiega arrabbiata la “regina del tortelli” Anna Maria Mariani. (A fondo pagina il link sui VIP che amano il tortello cremasco).

Nell’articolo in questione, tra l’altro ci sono una serie di altre bizzarre affermazioni. Secondo l’autore dello scritto i tortelli cremaschi si potrebbero acquistare solo a Crema città e non altrove (salvo poi smentirsi nello stesso articolo dopo poche righe); i tortelli non sarebbero molto amati dagli stessi cremaschi; i tortelli si mangerebbero solo ad agosto e non in altri periodi dell’anno. Il sole, a volte, fa brutti scherzi.

Ecco quanto scritto: “Ma come si preparano? Qual è la ricetta dei tortelli cremaschi? Dove si comprano e come si cucinano? Non nascondiamo che abbiamo provato a importunare qualche zietta o nonnina per farceli preparare, scoprendo che i famosi tortelli non sono amatissimi nella zona e che sono reperibili solo nel comune di Crema. In ogni caso, siamo riusciti a soddisfare la nostra curiosità e a trovare tutti i dettagli di quella che possiamo reputare la ricetta di Chiamami col tuo nome.

Per concludere la parentesi storica, questo primo piatto non si consuma durante le festività natalizie o pasquali, bensì durante il mese d’agosto (teatro di feste patronali) o in occasione di matrimoni e altri incontri familiari”.

Il Granducato del Tortello è pronto alla guerra.

Articolo su Crema set cinematografico al link:  https://www.renatocrotti.it/2021/07/26/i-film-girati-a-crema-nei-paesi-del-cremasco-ed-a-cremona-dal-1950-a-oggi-ecco-i-luoghi-ed-i-monumenti-diventati-set-per-il-cinema/

Articolo su Amilcare Cazzamalli e la ricetta del tortello cremasco al link:

Articolo sui VIP che amano e promuovono il tortello cremasco al link: