I FANTASMI DEI 70 TRUCIDATI CON L’INGANNO DEL CASTELLO DI MACCASTORNA. APPARIZIONI RIPETUTE E FUGHE DAL PAESE

29 Agosto 2021 Di Renato Crotti

DI ROBERTO GUGLIELMI

Porte che sbattono, urla, colpi alle porte e rumori di spade. A stare lontani dal castello durante non sono solo i proprietari del maniero. Gli stessi gli abitanti della zona preferiscono starci alla larga durante tutto l’anno. Specialmente d’estate. Soprattutto il 24 luglio. Il luogo tanto temuto quanto famoso è il castello di Maccastorna, in provincia di Lodi, a pochi chilometri dal cremasco. (A fondo pagina link per l’articolo sui palazzi di Crema e del cremasco infestati dai fantasmi)

Il 24 luglio di ogni anno (e non è una diceria!) i proprietari preferiscono allontanarsi dal Castello finché diminuiscono le manifestazioni inspiegabili ed inquietanti. Perché questa data è così importante e “prediletta” dagli spiriti? La risposta parrebbe legata indissolubilmente ad un eccidio. Tragico.

Ai tempi di massimo splendore durante il XV secolo, il castello di Maccastorna passò nelle proprietà di Cabrino Fondulo, condottiero di pochi scrupoli e incline agli inganni al servizio dei signori di Cremona, i marchesi Cavalcabò.

Proprio Carlo Cavalcabò, insieme al suo seguito, venne invitato dal Fondulo a fare tappa al maniero, di ritorno da Milano. Dopo il banchetto, il losco Cabrino Fondulo, aiutato dai suoi uomini, sgozzò tutti i settanta ospiti, buttando poi i corpi nel pozzo delle taglie. Era il 24 luglio del 1406. Di lì a poco, il terribile feudatario si autoproclamò signore di Cremona.

Alcuni storici fanno risalire il fattaccio a una notte tra il 15 o 17 luglio anzichè il 24, luglio. Altri parlano della settimana tra il 24 ed il 31 luglio, Qualcuno ha ipotizzato pure il 15 agosto. Se la data non è sicura, ciò che invece è storicamente confermato è l’eccidio dei 70 malcapitati.

Dal giorno dell’eccidio, le mura del Castello di Maccastorna sono animate dalle grida dei malcapitati, che urlano e gemono in fondo al pozzo. Ogni tanto ci sono anche le apparizioni dei fantasmi nelle sale del maniero. Soprattutto nel periodo estivo corrispondente all’eccidio.

Nel paese sono numerose le vicende di fenomeni inspiegabili ed inquietanti, così come è un dato di fatto che il castello non sia visitabile, pur se in buono stato di conservazione. Paura eh….

Articolo sui palazzi di Crema e del Cremasco infestati dai fantasmi al link: ht

Foto Paolo Monti Commons Wikimedia