VISORI IN 3D, INSOLITI GIOCOLIERI, DONNE FUNAMBOLE, DANZA E MOLTO ALTRO DOMENICA AL SANT’AGOSTINO. È CLOUSEUP, INNOVATIVA INIZIATIVA DAL SAPORE CIRCENSE PER VALORIZZARE LA CITTÁ

10 Settembre 2021 Di Renato Crotti

Immaginatevi un una donna appesa ad un ramo ritorto che compie evoluzioni nell’aria. Aggiungeteci un innovativo giocoliere che, al posto delle tradizionali clavette, utilizza calzini, guantoni rossi da box, racchette da ping pong. Fate uno sforzo di fantasia al punto di vedervi indossare un visore 3D ed entrare in una nuova dimensione spazio-temporale, attraversando paesaggi desertici e glaciali abitati unicamente dalla natura. Oppure tornare sulla Terra per scoprire che Newton aveva ragione, grazie alla dimostrazione di due ragazze legate tra loro da una corda e, secondo la legge di Newton avere la riprova che ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria. E, ancora, abbattere stereotipi, di genere e non solo ammirando un corpo in esplorazione che scivola dal maschile al femminile incarnandoli entrambi o nessuno. Se ancora non vi bastasse, o andaste di fretta, ce n’è anche per voi con la Danza in 1 Minuto, il contest più importante di danza in video realizzato in Italia dal 2018 ad oggi.

Se vi sembra un programma da circo, ci siete andati vicini. È CloseUP, festival internazionale di circo contemporaneo, danza e video iniziativa ideata dalla vulcanica cremasca Mara Serina: un nome, una garanzia. CloseUp andrà in scena presso il Centro Culturale Sant’Agostino con i suoi chiostri medievali e gli affreschi del secondo cenacolo più importante della Lombardia nella sala Pietro da Cemmo, nello spazio aperto di CremArena e con spettacoli originali, ambientati anche in Piazza Duomo domenica 12 settembre (ingresso libero e solo con green pass. In caso di maltempo gli spettacoli si terranno nella sala Pietro da Cemmo).

Giunto alla terza edizione, CloseUp accetta la sfida di valorizzare il patrimonio architettonico, storico e culturale di Crema con lo spettacolo dal vivo, portando per la prima volta in città alcune tra le realtà più affascinanti e raffinate della nuova scena europea.

Oltre alla direzione artistica di Mara Serina, la direzione organizzativa è affidatya a Francesca d’Apolito e quella tecnica a Luca Giovagnoli.

Comunicazione a cura di “Iagostudio”, grafica Vincenzo Mennuni, web e Social Media Management Lorenzo Sartori. L’organizzazione è a cura di “Cab008”.

Colonne dello staff, Valentina Bocca, Filippo Giannini, Irene Zuccotti

Il programma completo di tutti gli imperdibili eventi della giornata al link:

http://www.closeupfestival.it/programma-2021.html