Ѐ CREMASCO IL MIGLIOR MIELE D’ITALIA: ASSEGNATO IL PRIMO PREMIO A DUE PRODUTTORI CREMASCHI ED UN CREMONESE. ECCO CHI SONO E COME HANNO VINTO SU OLTRE MILLE CONCORRENTI

21 Settembre 2021 Di Renato Crotti

DI ROBERTO GUGLIELMI

Ľ Osservatorio Nazionale Miele organizza, ogni anno dal 1981, il Concorso “Tre Gocce d’Oro – Grandi Mieli d’Italia, per la selezione dei migliori mieli di produzione nazionale. Quest’anno erano in gara oltre mille mieli prodotti in ogni parte d’Italia e inviati da oltre 400 apicoltori.

Solo a18 mieli sono state assegnate “Tre Gocce d’Oro” (ossia la valutazione più alta). Tre di questi sono della provincia di Cremona, due cremaschi ed uno nel cremonese.

Si è aggiudicato le “Tre Gocce d’Oro” il Miele di Ailanto del produttore Manuel Giuseppe Manelli dell’Apicoltura Solemiele di Pandino, con zona di produzione nel comune di Ripalta Cremasca. Il secondo cremasco a ricevere l’importante menzione è il Miele di Tarassaco prodotto dall’Apicoltura Zipoli di Romanengo.

Ѐ invece Amalia Spagna dell’Apicoltura Il Dono delle Api di via Ticino a Cremona, con produzione del proprio miele nella zona golenale del fiume Adda nel comune di Crotta d’Adda, ad aver ricevuto l’importante riconoscimento addirittura due volte, per il suo Miele di Acacia e per il suo Miele di Castagno

Il bando del concorso viene pubblicato ogni anno all’inizio dell’estate, il termine per il ricevimento dei campioni si colloca alla fine di agosto e la premiazione in concomitanza con le manifestazioni apistiche che si svolgono a Castel San Pietro Terme nel terzo fine settimana di settembre.

La sfida è stata assai ardua. Basti dire che oggi in Italia operano 68.684 apicoltori con 632.825 alveari e sciami, producendo complessivamente 18.500 tonnellate di miei all’anno (dato 2020) con oltre 60 tipi di miele.